Abbiamo il piacere di presentarvi una linea che amiamo molto. E’ una nostra rivisitazione del tutto originale di alcuni elementi della tradizione culturale sarda, a partire dal costume tipico. Per questo corredo cartaceo abbiamo usato un cartoncino avorio gr. 300 dalla finitura ruvida, un disegno geometrico che riprende alcuni design della tessitura tradizionale sarda, lino per le parti in stoffa e un nastro di velluto ricamato a mano che ricorda gli inserti dei costumi tipici. Il tutto nei colori preponderanti del viola, rosso e beige/ ecrù.

  • La partecipazione nozze completa di invito.

  • Il libretto messa, il cui disegno stampato, creato per noi in esclusiva dalla bravissima disegnatrice sarda Stefania Costa, riproduce il tipico pane sardo della tradizione sarda, il cosiddetto “pani pintau”. Il libretto è inoltre provvisto di segnalibro abbinato.

  • Il tubino porta – riso
  • Il sacchetto per i confetti, il cui modello assolutamente nuovo è realizzato per noi dall’artista  nuorese Maria Ignazia Puggioni, che ha riprodotto perfettamente la “taschedda” , ossia la bisaccia del costume sardo tradizionale maschile. Nella taschina frontale sono custoditi i confetti, in quella posteriore il bigliettino ricordo degli sposi.

  • Il segna-tavolo, il tema usato per i nomi dei tavoli è dedicato alle opere della bravissima artista sarda Edina Altara.

  • Il segna-posto, che custodito all’interno della apposita taschina, ha anche la funzione di informare i commensali sull’identità dell’artista cui sono dedicati i segna-tavoli, Edina Altara appunto.

  • Il menù